Powered by Blogger.
RSS

MELODY THOMAS: Nel mio cuore

Lady Alexandra Marshall è la prima donna antropologa del British Museum. Coinvolta suo malgrado in un caso di falsi, per salvare la carriera è costretta a rivolgersi a sir Christopher Donnally, l’unico uomo che vorrebbe dimenticare. Seguendo labirintici indizi Alex e Christopher sono risucchiati in un vortice di menzogne e segreti che li porterà a scoprire verità nascoste sul museo, e anche sul loro passato. E capiranno che non possono voltare le spalle all’amore che già una volta li ha uniti…
Quanto mi piace quest’autrice! E che peccato che in Italia sia poco tradotta. Dopo i primi due capitoli della serie della famiglia Donnally la Mondadori si è totalmente dimenticata di lei ed è veramente ingiusto.
Questo è il primo volume della serie e ha per protagonisti Christopher Donnally, primogenito di cinque fratelli, e Alexandra Marshall. I due hanno un intenso e tormentato passato in comune alle spalle: si sono sposati giovanissimi ma, per le macchinazioni del padre di lei, Lord Ware, sono stati costretti a separarsi e ad annullare il matrimonio. Da quella unione era anche nato un bambino, morto subito dopo la sua venuta al mondo.
Ora, a distanza di dieci anni, si ritrovano: Christopher è diventato un importante costruttore, oltre ad aver avuto il titolo di Sir per i suoi meriti in guerra, e Alexandra ha iniziato a lavorare per il British Museum. Ed è proprio qui che si incontrano. Alexandra è in una situazione di difficoltà perché ha appena scoperto che al Museo ci sono stati dei furti e tutto sembrerebbe portare a lei e a questo si aggiunge la misteriosa scomparsa e la presunta morte di una delle sue collaboratrici. Non può fidarsi del padre, con cui ha un rapporto conflittuale per ovvi motivi, chiede aiuto proprio a Christopher per scoprire il responsabile dei misteriosi furti.
Le indagini sono un’occasione adatta per far riemergere antichi sentimenti, vecchi rancori e nuove speranze. Entrambi sono cresciuti, sono più maturi e indipendenti ma quell’amore e quella passione che sembravano sopiti e cancellati divampano nuovamente. Stavolta nessuno dei due accetta intromissioni esterne, le rispettive famiglie che non vedono di buon occhio il loro riavvicinamento. Entrambi dovranno far riemergere il bagaglio di sofferenze portate nell’ultimo decennio per potersi reciprocamente perdonare.
I protagonisti sono splendidi: Christopher è un uomo indurito dalla vita ma solo apparentemente cinico. Dietro una scorza dura si cela un cuore tenero e facile ad abbandonarsi all’amore. È un personaggio molto sensuale e vivo, l’autrice l’ha costruito in maniera magistrale, sembra quasi di vederlo vivo davanti ai nostri occhi con i suoi gesti impulsivi, a volte violenti, a volte teneri.
Alexandra è una donna che ho molto sofferto ma si è sempre saputa risollevare. Non è la solita bellona, né il classico topo da biblioteca, francamente la Thomas non si sofferma proprio a descriverla fisicamente (anche se indugia un po’ più su Christopher…), ma è consapevole di sé e del proprio potere seduttivo e non sta lì a far il giochetto di voler sfuggire all’ex marito, anzi sceglie di godere della loro ritrovata vicinanza.
Il libro calibra sapientemente i due filoni della trama: la risoluzione del mistero e la storia d’amore. E nel primo caso l’autrice è altrettanto brava che nel secondo: il mistero è fitto e ingarbugliato e l’autore del furto e di tutta una macchinazione più ampia, non è proprio chi mi ero aspettata, anzi c’erano motivazioni assolutamente sorprendenti.
I personaggi da sfondo sono altrettanto interessanti e stanno lì ad aspettare la loro storia. Di Brianna sappiamo già (vedete l’altra mia recensione), probabilmente degli altri fratelli non sapremo mai. Mi lascia incuriosita Rachel, figlia del socio di Chtistopher, che poteva essere la fidanzata abbandonata, ma non lo è, e che vedrei bene con uno degli altri fratelli Donnally.
Vivamente consigliato! 

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

0 commenti:

Posta un commento