Powered by Blogger.
RSS

MAY MACGOLDRICK: I sogni di domani

POSSONO LE OMBRE DEL PASSATO SPEZZARE I SOGNI DEL PRESENTE?
Gwyneth Douglas vive una doppia vita: riccaa ereditiera e scrittrice di racconti scandalosi, che pubblica dietro uno pseudonimo maschile. Qualcuno però ha scoperto il suo segreto e la ricatta. Per salvare la propria reputazione Gwyneth decide di sposarsi con un vecchio amico di famiglia. Solo l'incontro con il giovane David Pennington sembra distoglierla dai suoi piani. Ma, nonostante la passione che divampa tra i due, David dovrà inseguirla ancora a lungo prima che lei ceda al vero amore.
Sempre più mi convinco che questa autrice, dietro la quale si nasconde una coppia di marito e moglie, sia una delle più valide firme del genere romance. Peccato che, dando un'occhiata al sito della McGoldrick sia evidente che ha per il momento abbandonato questo genere a favore del contemporaneo. Peccato davvero perchè a partire da La promessa, ho letto sempre, grazie a lei, storie avvincenti, mai banali e con protagonisti interessanti.
Prova ne è il fatto che mentre leggevo questo ricordavo molto bene i primi due volumi della trilogia senza bisogno di andare a consultarli (cosa che sarebbe stata impossibile, visto che li ho a Catania). Entrambi mi avevano proprio colpito.
Bisogna sottolineare che è molto importante seguire questa trilogia per intero perchè le storie dei tre fratelli Pennington sono strettamente intrecciate e solo ora si risoove il mistero che le ha collegate.
I fratelli Pennington sono tre: Lyon, Pierce e David. Tra di loro sono nate delle incomprensioni dopo la misteriosa morte della moglie del primogenito, Emma, caduta in un dirupo. Anche Lyon era rimasto vittima di questo incidente che lo aveva lasciato paralizzato e dipendente dall'oppio. Grazie all'aiuto di Millicent si era ripreso e aveva ripreso in mano la sua vita (Sogni rubati).
Pierce era stato il primo a soccorrere il fratello e la cognata morta e aveva creduto che responsabile dell'incidente fosse Lyon, terribilmente geloso della moglie. Aveva, quindi, abbandonato la famiglia e si era diretto verso le colonie americane dove aveva conosciuto Portia che lo aveva riportato in seno alla famiglia (Complice la luna).
Ora appare in scena il minore della famiglia, David, che si è appena congedato dall'esercito e sta tornando a casa. Durante il viaggio incontra Gwyneth Douglas, amica d'infanzia, nonché cugina di Emma. Dopo aver capito che la ragazza si sta recando a Gretna Green per unirsi segretamente in matrimonio con uno sconosciuto, decide di seguirla e di impedire questo matrimonio.
Da parte sua, Gwyneth ha urgenza di sposarsi e di ricevere l'eredità dello zio perchè deve pagare un misterioso ricattatore che vuole divulgare la notizia della sua professione segreta di scrittrice. Ed è proprio David, l'uomo che ha sempre amato, fin da bambina, a voler impedire questo suo progetto!
Durante il viaggio diventa sempre più evidente l'impetuosa passione che si è scatenata tra i due ma, nonostante ciò, Gwyneth non vuole cedere alle offerte di David perchè pensa che sia ancora innamorato di Emma.
Ma chi era Emma, questa donna che riusciva a catturare i cuori di tutti gli uomini che le gravitavano attorno? La sua storia viene raccontata in parallelo, attraverso una serie di flahback a fine capitolo. Per essere la cattiva, una donna che si impara a odiare nel corso della trilogia, il suo personaggio è talmente ben costruito che non puoi evitare di odiarla, ma nello stesso tempo compatirla e cercare di trovare una spiegazione alle sue azioni, per quanto queste si rivelino spregevoli. Gli autori hanno saputo rendere umano e credibile il suo desiderio forsennato di amore e il senso di possesso, quasi distruttivo, che porvava nei confronti dei suoi uomini. Non si può fare altro che odiarlo e averne pietà allo stesso tempo.
Alla fine del libro viene, comunque, spiegato anche il mistero della sua morte.
I due protagonisti sono molto piacevoli: belli, intelligenti, passionali e divertenti. Le scene in cui sono insieme non sono mai noiose e ripetitive. Il rocambolesco viaggio che li porta a Gretna Green, con i tentativi di fuga di Gwyneth, David che la riacciuffa sempre e i loro litigi che finiscono sempre con un bacio mozzafiato sembrano delle scene cinematografiche da film d'azione.
La McGoldrick è, inoltre, brava a costruire storie di donne che hanno subito dolori profondi, soprattutto da parte degli uomini, che hanno toccato gli abissi della degradazione ma che hanno trovato in loro la forza per risollevarsi e riacquisire la propria dignità. Era già stato così con Millicent e lo è, in questo libro, con Violet un personaggio minore la cui storia era iniziata in Sogni rubati.
Da leggere, ma per poterla apprezzare, va letta tutta la trilogia in sequenza (4 CUORI)

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

0 commenti:

Posta un commento