Powered by Blogger.
RSS

JOHANNA LINDSEY: Un matrimonio scandaloso

IL PASSATO LO TORMENTA, MA IL FUTURO E’ CON LEI
Dopo il duello in cui uccide il suo migliore amico, Sebastian Townshend fugge in Francia e diventa Raven, implacabile soldato di ventura. Margaret Landor si reca oltre Manica per affidargli un pericoloso incarico, ritrovando inaspettatamente in lui un amico d’infanzia troppo a lungo perduto. Fra loro la passione divampa. Ma l’impresa getta una luce inquietante sugli eventi che Sebastian si è lasciato alle spalle: riuscirà a dimenticare il passato e a vivere un futuro d’amore insieme a Margaret?
Sono la prima a stupirmi del fatto che questo libro mi sia piaciuto! Di solito, in passato, non avevo mostrato grandi segni di apprezzamento per la Lindsey ( e alcune passate recensioni lo dimostrano). Ma poiché mi ripeto sempre di non partire prevenuta, mi sono accostata a questo libro il più serenamente possibile. E con mio enorme sgomento, mi è pure piaciuto!
L’azione si svolge tra la Francia e l’Inghilterra intorno al 1819. Sebastian Townshend è stato bandito dalla sua famiglia dopo che ha ucciso in un duello, suo malgrado e non volontariamente, il suo miglior amico. Da allora ha vissuto facendo il mercenario nell’investigare su richiesta dei ricchi. Finché un giorno si presenta alla sua porta Margaret Landor che gli chiede di cercare… se stesso! Grande è lo stupore per Maggie di trovarsi di fronte proprio la persona cercata per dispersa.
Maggie Landor è stata la pupilla di Douglas Townshend, padre di Sebastian, e ora è preoccupata per i diversi che hanno attentato alla sua vita. Spera che la riapparizione del figlio morto possa proteggere Douglas da questi ignoti nemici.
Dopo vari tentativi di tirarsi indietro Sebastian deve accettare l’incarico ma per potersi reintrodurre nella casa da cui è stato cacciato deve fingere di essere sposato con Maggie. Quando i due tornano a casa trovano Douglas nuovamente vittima di un incidente. A causa di questo contrattempo la finzione si prolunga… fino a diventare molto vera.
Il ritorno di Sebastian riporta alla luce la vecchia storia del duello finché non si arriva alla verità, una verità che in effetti è piuttosto contorta e macchiavellica e che qui non vi svelo per non rovinarvi la sorpresa.
La storia mi è piaciuta soprattutto per Sebastian che è un burbero dal cuore dolce, un falso cinico, un duro morbidissimo. È un uomo che ha troppo sofferto per l’allontanamento dalla famiglia e che si è costruito un muro di durezza attorno per difendersi da altri dolori. Meno male che Maggie, donna forte, riesce ad andare oltre e anche a spezzare questa cortina.
L’unica nota deludente è lo scioglimento del racconto che è un po’ troppo affrettato (colpa della traduzione?) e l’inganno è veramente troppo contorto, assurdo fino all’inverosimile.
Almeno stavolta posso dire di aver trovato nella Lindsey bei personaggi, ironia, sarcasmo, humour. Rispetto al passato è un bel passo avanti.(3 CUORI)

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

0 commenti:

Posta un commento