Powered by Blogger.
RSS

NICHOLA CORNICK: Il tesoro del re

TITOLO: Il tesoro del re
AUTRICE: Nicola Cornick
GIUDIZIO PERSONALE:Image Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.us
Inghilterra 1645
Quattro anni dopo il giorno del suo fidanzamento con lady Anne, Simon Greville ritorna al castello di Grafton, non come promesso sposo bensì in qualità di inflessibile comandante delle truppe nemiche. Le nozze infatti sono sfumate  allo scoppio della guerra civile, perché i due giovani hanno scelto schieramenti opposti. Quando il maniero, dopo un lungo assedio, cade nelle mani di Simon e lui decide di rivendicare gli antichi diritti sulla fanciulla. Anne si sente combattuta tra il desiderio di cedere alla passione, mai sopita e la volontà di rimanere fedele al suo sovrano. Tanto più che il padre, in punto di morte, le ha affidato un compito vitale per l’esito della guerra: proteggere il misterioso tesoro del re.
Al loro primo incontro, in occasione del loro fidanzamento, Lady Anne Grafton e Sir Simon Greville si sono piaciuti immediatamente e hanno guardato con speranza al loro futuro insieme. Tutti i loro sogni e i loro progetti si sono infranti allo scoppio della guerra civile che ha visto i Grafton schierarsi con il re e il giovane Simon Greville abbandonare la famiglia per seguire Oliver Cromwell. Quattro anni dopo i due si ritrovano uno di fronte all’altra: questa volta Simon sta assediando il castello di Grafton per  catturare il perfido Gerard Malvoisier, responsabile della morte del fratello minore, Henry. La notte prima dell’attacco finale, Anne si presenta al suo cospetto per comunicargli che il fratello è ancora vivo, anche se ferito ma non riesce a convincerlo a desistere dal conquistare il suo castello. Ancora una volta, la passione tra i due è fortissima e riescono a trattenersi a stento dall’andare oltre, soprattutto ricordando che si trovano su fronti opposti.
Ho trovato straordinaria l’intensità di questo incontro prima della battaglia: sono nemici e l’indomani si troveranno su fronti opposti ma intanto sono l’uno il rifugio dell’altro.
Di fronte alla fuga di Malvoisier, Simon ha gioco facile nel conquistare e insediarsi nel castello di Anne, mezzo distrutto dalla battaglia e con il signore morto dopo lunga e penosa malattia. Ora il giovane Greville ha il compito di scovare il tesoro del re lì nascosto. Ma, nonostante i suoi uomini mettano a soqquadro il castello, non riescono a trovare nulla, né Anne è disposta a rivelare alcunché, nonostante le dispiaccia mentire a Simon.
Il libro è tutto giocato sullo scontro tra le due volontà forti di Anne e Simon, nessuno dei sue, nonostante il sentimento reciproco che li lega, è disposto a tradire i propri valori né a fidarsi totalmente dell’altro. Allo stesso modo entrambi sono tormentati da una duplice esigenza: fedeltà ai propri valori e fiducia e amore nei confronti dell’altro. Solo dopo lungo penare i due troveranno un fragile equilibrio tra le opposte esigenze, sempre tenendo conto dell’incertezza del futuro.
Questo libro è molto interessante, soprattutto per la sua ambientazione storica: la guerra civile che nel XVII secolo devastò l’Inghilterra. L’autrice è stata brava nel descrivere, soprattutto,  il dolore causato da questo scontro interno che divise le famiglie, mettendo consanguinei l’uno contro l’altro e causando molte vittime. Sicuramente è un contesto storico poco esplorato e non sempre in modo così interessante come l’ha fatto la Cornick.
Lo stile di quest’autrice è molto intenso, soprattutto nei dialoghi che sono molto appassionati e incisivi, rivelatori della forza dei personaggi.
Ho apprezzato abbastanza questo libro. Da leggere se si vuole provare un contesto storico un po’ diverso, una trama giocata sempre sul conflitto tra i protagonisti.

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

0 commenti:

Posta un commento