Powered by Blogger.
RSS

BRENDA JOYCE: La scelta di Eleanor

AUTRICE: Brenda Joyce
TITOLO: La scelta di Eleanor
TITOLO ORIGINALE: The Stolen Bride
USCITA ITALIANA: GRS Special 97, luglio 2008
GIUDIZIO PERSONALE: 4/5
Irlanda, 1818
Rassegnata a non rivedere mai più Sean O'Neill, il suo grande amore scomparso da quattro anni senza lasciare traccia, Eleanor de Warenne accetta di sposare Peter Sinclair, un giovane e ricchissimo gentiluomo inglese che l'ama profondamente. Poco prima delle nozze, all'improvviso Sean ricompare, ma non è più il giovane allegro e spensierato di un tempo: si è trasformato in un uomo duro, ostile, inasprito dalle tragedie che ha dovuto affrontare. È tornato ad Adare soltanto per salutare un'ultima volta Elle, la compagna di giochi della sua infanzia, la donna che non ha mai dimenticato. E il giorno del matrimonio, cedendo alla passione, la porta via sotto gli occhi di tutti gli invitati e dello sposo allibito. Ha inizio così una lunga fila costellata di ostacoli e incomprensioni, che metterà a dura prova il loro ritrovato amore e li costringerà a lottare per raggiungere, infine, l'agognata felicità.
Non ho avuto neanche un minuto di dubbio circa il fatto che questo libro non potesse essere bello; la bravura dell'autrice è incontestata. Questo volume mette un altro tassello alla storia della famiglia de Warenne, uno sviluppo abbastanza prevedibile, ma sorprendente nello stesso tempo. Questa è la storia d'amore tra Sean O'Neill e Eleanor de Warenne. I due sono sempre stati legati da un affetto speciale, Eleanor lo seguiva adorante e lo provocava continuamente, finché lui non è andato via di casa e ora manca da quattro anni. Si ripresenta ad Adare, la tenuta dei de Warenne, alla vigilia del matrimonio di Eleanor e rapisce la sposa...
TRAMA
La trama, come al solito, è estremamente elaborata, sempre ad alta tensione, con un livello di adrenalina sempre molto alto. È molto interessante l'espediente di inserire qui e là i ricordi d'infanzia dei due protagonisti, in modo da farci capire come sia evoluto il loro rapporto nel corso degli anni.
Sono perfettamente ben bilanciati i dialoghi, le descrizioni e le sequenze riflessive. Solamente, ho trovato che in alcuni punti ci fosse un eccesso di dramma che a volte rendeva l'atmosfera un po' troppo cupa.
PERSONAGGI
Come al solito, il protagonista della Joyce deve essere estremamente tormentato, e anche Sean lo è. Per chi avesse letto i libri precedenti, la cosa sembra strana perché Sean è sempre stato un personaggio solare e vederlo ora tormento fa strano. Per fortuna l'autrice ha saputo dare una spiegazione convincente di questa mutazione: Sean ha dovuto superare molti momenti difficili, non ultimo due anni rinchiuso in una cella isolato. Sean tratta davvero molto male la povera Eleanor, ma allo stesso tempo si capisce quanto questo lo faccia soffrire. Eleanor è un personaggio che suscita sicuramente la simpatia delle lettrici: ha un entusiasmo iniziale che ben si adatta alla giovane età; è una giovane futura sposa, ma è sempre tormentata dal ricordo di Sean che lei ha amato sin da bambina. Rinuncia a tutte le sue certezze e speranze per seguire l'uomo che ama e, nonostante lui cerchi in ogni modo di allontanarla da sé, lei non si fa smontare. Non è la classica protagonista che subisce ogni tipo di sopruso da parte del protagonista alfa, anzi riesce a farsi valere, anche se indubbiamente soffre molto nel corso del libro.
STILE
Per quanto riguarda lo stile, non c'è nulla da eccepire, sappiamo quanto brava sia l'autrice nel costruire trame complesse, personaggi credibili. L'unica cosa, come ho già detto, forse eccede un po' troppo nel costruire i suoi eroi tormentati.


SERIE DE WARENNE
  • The Conqueror
  • Promise of the Rose

  • La sposa americana
  • Ballo in maschera
  • La scelta di Eleanor
  • A Lady at last
  • The Perfect Bride
  • A Dangerous Love

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

0 commenti:

Posta un commento