Powered by Blogger.
RSS

JULIE GARWOOD: Una sensuale vendetta

TITOLO: Una sensuale vendetta
AUTRICE: Julie Garwood
TITOLO ORIGINALE: Honor's Splendor
USCITA ITALIANA: Originali Euroclub
GIUDIZIO PERSONALE: Sufficiente.
Volevano ucciderlo. Lo splendido barone Duncan di Wexton era legato a un palo nella corte del castello seminudo nella rigida notte invernale, e fissava orgoglioso i soldati che lo sbeffeggiavano prima di lasciare al gelo il compito di finirlo. Nascosta nell'ombra, Madelyne attendeva che gli aguzzini al soldo di suo fratello se ne andassero per liberare il prigioniero. Sapeva che avrebbe pagato caro quell'atto di clemenza, il fratello non l'avrebbe mai perdonata per aver aiutato il suo acerrimo nemico. Se fosse intervenuta, se l'avesse salvato, a Madelyne non sarebbe restata altra scelta se non la fuga dal castello di famiglia. Eppure era pronta. Non era invece affatto pronta alla svolta imprevista che Duncan avrebbe dato agli eventi una volta libero, l'ingrato barone l'aveva presa prigioniera e l'aveva trascinata via con sé, per tenerla dame a lungo in ostaggio nella sua inespugnabile fortezza! Madelyne era furibonda, oltraggiata, indignata... e già del tutto innamorata. Inizia così la storia di un amore intenso e combattuto, una romantica vicenda di dame e cavalieri, in cui onore e passione si intrecciano ardenti sullo sfondo degli infidi e spietati giochi di potere per il trono d'Inghilterra.
Nonostante abbia sentito e letto pareri positivi in giro su questo libro io non l'ho trovato particolarmente interessante. Ho fatto davvero molta fatica a portarlo a termine.
TRAMA
Nell'Inghilterra del Medioevo gli intrighi sorti intorno alla successione del trono inglese coinvolgono anche i nobili e, in maniera particolare, il barone Duncan di Wexton e il suo nemico barone Louddon. Dopo una battaglia sanguinosa Duncan viene fatto prigioniero e legato e destinato a morire congelato se Madelyne, sorella del suo nemico, non l'avesse liberato. Una volta preso d'assalto al castello, Duncan e i suoi rapiscono Madelyne. La ragazza viene sottratta da una realtà per lei oppressiva e la convivenza con Duncan scatena in lei nuovi sentimenti.
PERSONAGGI
Nonostante la grande fama della Garwood io, fino ad ora, non ho trovato neanche un testo che mi abbia particolarmente attirata neanche per la costruzione dei personaggi.
Tra i due, Madelyne ha una maggiore costruzione psicologica. È una ragazza che ha conosciuto solo odi e maltrattamenti in famiglia. Nel corso del libro arriva a scoprire anche il perché. Certo si poteva fare delle domande in precedenza e si poteva dare delle risposte. Comunque, questo ha generato in lei un'insicurezza cronica e un'incapacità a fidarsi degli altri. Il rapporto con Duncan deve abituarla ad acquisire sicurezza in se stessa. Ha, poi, dei tratti comici perché risulta particolarmente maldestra.
Duncan, a mio parere, è poco sviluppato, non è altro che il classico eroe forte, imperioso, affidabile, posto lì per proteggere la protagonista. Di lui abbiamo ben poca introspezione. Piacevole il fatto che non si faccia problemi a confessare il suo amore per la protagonista.
STILE
La storia è sicuramente ben sviluppata e intrecciata. Ci sono vari personaggi che contribuiscono in maniera efficace. Come per l'altro libro che ho letto ho trovato il ritmo particolarmente lento.




  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

0 commenti:

Posta un commento