Powered by Blogger.
RSS

JULIA QUINN: Il segreto di Miranda

TITOLO: I segreti di Miranda
AUTRICE: Julia Quinn
TITOLO ORIGINALE: The Secret Diaries of Miss Miranda Cheever
USCITA ITALIANA: RM 1055 settembre 2013
GIUDIZIO PERSONALE: 5/5
OGGI MI SONO INNAMORATA” AVEVA SCRITTO SUL DIARIO DA BAMBINA...
All'età di dieci anni Miranda Cheever non mostrava segni di particolare bellezza, ed era rassegnata ad un futuro senza grandi aspettative. Ma il pomeriggio in cui l'audace e affascinante Nigel Bevelstoke, diciannovenne visconte Turner, le ha baciato la mano promettendole che un giorno sarebbe stata bella quanto già era intelligente, qualcosa è cambiato in lei: da quel momento Miranda gli ha donato il suo cuore. Otto anni più tardi la bimba si è fatta una splendida donna, ma il tempo non è stato altrettanto generoso con Turner, vedovo pieno di amarezza e di risentimento. Soltanto al proprio diario Miranda confida di non avere mai smesso di amarlo, e non permetterà che lui le sfugga di nuovo.
Quando Julia Quinn inizia una nuova serie lo fa sempre con il botto! Questo romanzo è davvero splendido e merita una lettura attenta, anche se in automatico ti induce a leggere in maniera molto veloce. Già da quando avevo letto sul sito dell'autrice il primo capitolo mi aveva incuriosita e la lettura di tutto il libro non mi ha affatto delusa.
Miranda Cheever è quella ragazza che tutti definiscono insignificante, soprattutto se viene continuamente paragonata alla sua migliore amica Olivia Bevelstoke. Fin da bambina si è perdutamente innamorata di Nigel Bevelstoke Visconte Turner, anche se l'ha sempre guardato da lontano. Ora, però, che lui è un vedovo distrutto e amareggiato da un matrimonio molto sfortunato sembra iniziare a guardarla con occhi diversi.
Trama
La trama è, a mio avviso, splendida. Non ha nulla di rilevante o di eccezionale o di originale, ma è tutto condotto in maniera straordinaria. Mi è piaciuto l'amore persistente e duraturo di Miranda per un uomo che ha saputo toccarle il cuore con poche e intelligenti parole. Nonostante i suoi sentimenti vengano calpestati continua ad amare Turner, anche se sa far valere le sue esigenze personali. Mi è piaciuta la straordinaria amicizia che lega Olivia e Miranda, il rapporto tra le due è sviluppato in maniera realistica e si intuisce già quanto Miranda venga messa in ombra dalla ben più brillante e affascinante Olivia. Naturalmente il finale è eccezionale, molto commovente.
Personaggi
I personaggi sono tutti ben delineati. Per loro prevale sempre la nota brillante tipica di questa autrice.
Miranda è una protagonista anomala perché non è accentratrice, non si impone per personalità, ma nonostante ciò dà la sua impronta alla storia. Come già rilevato, si nota che Olivia ha una forte capacità di metterla nell'ombra, ma nonostante sembri passare in secondo piano, resta comunque nella memoria già solo per le sue secche battute o le tenere annotazioni del suo diario. Nigel, o meglio Turner, dovrebbe essere un eroe tormentato ma non riesce ad esserlo fino in fondo, all'autrice scappa sempre la mano e fa di lui un personaggio divertente, per non dire comico. L'infelice primo matrimonio lo blocca nel riconoscere i sentimenti che prova per Miranda anche se la lettrice li intuisce ben prima che lui abbia il coraggio di verbalizzarli. Secondod me, Olivia prende troppo spazio: ha già il suo romanzo, è vero che l'autrice non poteva nascondere la sua personalità debordante ma trovo che qui abbia decisamente esagerato. Ci sono tanti altri personaggi di sfondo e come al solito la madre, in questo caso di Nigel e Olivia, è, così come Lady Bridgerton, una presenza molto dolce ed equilibrata.
Stile

Come al solito per la Quinn prevale la nota brillante e ironica, ma non mancano i momento dolci e commoventi. Come sempre sono ssplendidi i dialoghi e la sua capacità di farci “vedere” i personaggi come se li avessimo vivi davanti ai nostri occhi.

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

0 commenti:

Posta un commento