Powered by Blogger.
RSS

KASEY MICHAELS: L'impavita Miss Becket

TITOLO: L'impavida Miss Becket
AUTRICE: Kasey Michaels
TITOLO ORIGINALE: A Reckless Beauty
USCITA ITALIANA: GRS 632, maggio 2008
GIUDIZIO PERSONALE: 3/5
Inghilterra, 1815
E' veramente amore quello che Fanny prova per il fratellastro? Dal giorno in cui Ainsley Becket li ha adottati, Fanny e Rian sono stati inseparabili. Così, quando il giovane parte per combattere contro Napoleone, l'intraprendente sorella lo segue. Rian, però, non è affatto contenta di vederla, perché teme che la sua presenza possa compromettere la missione affidatagli da Valentine Clement Conte di Brede e agente segreto al servizio di Wellington. Così accetta di buon grado che il gentiluomo, affascinato dalla fanciulla, lo ospiti a Bruxelles nella casa della sorella. Quando scoppia la battaglia di Waterloo, però, Fanny non tollera di starsene con le mani in mano e si precipita sul campo di battaglia travestita da soldato. Riuscirà l'aitante Valentine a salvarla anche questa volta? E lei, riuscirà a capire quale dei due è l'uomo con cui davvero desidera passare il resto della sua vita?
Quinto episodio della serie Becket dei Romney Marsh e ci stiamo avviando verso la fine, ormai, il nemico Edmund Beales si sta avvicinando, e si sta avvicinando lo scontro finale. Non posso dire di avere particolarmente amato questa serie, c'è qualcosa nelle sue storie, una certa superficialità, che non riesce a prendermi fino in fondo, questi romanzi all'inizio mi piacciono, ma poi finiscono per lasciarmi piuttosto fredda. La protagonista di questa storia è Fanny Becket che non abbiamo mai visto particolarmente attiva nei precedenti episodi. Di lei si sa che è di origine irlandese, è fra gli orfani raccattati da Ainsley Becket, è sempre stata molto legata a Rian tanto da proclamarsene innamorata. Quando il ragazzo si arruola nell'esercito ed è mandato in Belgio in vista dello scontro finale con Napoleone, la ragazza si traveste da soldato e lo insegue. A Bruxelles viene immediatamente scoperta e il fratello, esasperato, la affida al suo superiore Valentine Clement Conte di Brede. Per lui è dura tenerla a bada soprattutto quando inizia la battaglia di Waterloo.
Di questo libro NON mi è piaciuto:
  • Fanny: questa ragazza che dovrebbe essere indomita, coraggiosa, testarda, in realtà risulta piuttosto pallida e anonima. In realtà, ci siamo con il fatto che insegua il fratello sul campo di battaglia, ma poi viene scoperta immediatamente e alla fin fine non fa null'altro che agire sconsideratamente e inspiegabilmente in ogni circostanza. A mio parere, è un personaggio del tutto privo di spessore: di lei non si capisce nulla del suo passato e del suo presente. A parte una ingenua, morbosa passione per Rian di lei non sappiamo null'altro, neanche come e quando si sia innamorata del protagonista. Così come era stata in secondo piano negli altri romanzi, non è riuscita ad essere protagonista neanche del suo romanzo.
  • Non ho trovato che nel libro compaia una vera storia d'amore. C'è molta azione ed intrigo, c'è una buona cronaca della guerra, ma la storia d'amore è del tutto inesistente. L'unica cosa che si intravede è una certa attrazione fisica che non lascia mai particolare spazio a un esame di eventuali sentimenti nascenti.
Di questo libro mi è piaciuto:
  • Valentine: a parte il nome che trovavo ridicolo per un protagonista, lui è l'unico protagonista leggermente più studiato e sviluppato. È un uomo che è riuscito ad attraversare indenne un periodo storico tragico, facendo la spia e mettendo costantemente in pericolo la sua vita. Si diverte a fare il cinico e a prendere in giro il prossimo, soprattutto Fanny, ma poi lascia intravedere tutta la sua dolcezza e fragilità, quando viene attanagliato dal senso di colpa.
  • Come ho detto in precedenza, continua a piacermi la costruzione totale della trama della saga che si dipana attraverso tutti i libri e che quindi volge verso questa inevitabile resa dei conti finale e che vede gli otto Becket prendere via via la propria strada. Alla fin fine la lettrice si ritrova ad aspettare ansiosamente di arrivare alla conclusione.
  • Lo stile dell'autrice è sempre mirabile e, secondo me, tocca i suoi momenti migliori quando racconta le brutture, le devastazioni e le morti della guerra.
Ormai siamo a meno due dalla fine!
SERIE: Becket
  • Ritorno a Becket Hall
  • Una debuttante pericolosa
  • Il segreto di Eleanor
  • Un matrimonio di convenienza
  • L’impavida Miss Becket
  • Il ritorno di Rian
  • L’ultima sfida dei Becket



  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

0 commenti:

Posta un commento